il portale italiano dell'energia eolica

Tu sei qui

WESPA 250/31

Twitter icon
Facebook icon
LinkedIn icon
Configurazione asse: 
Asse orizzontale
Diametro rotore: 
31.00m
Altezza navicella: 
50.00m
Tipologia torre: 
Tubolare Autoportante
Peso del rotore e navicella: 
14.00kg
Peso della torre: 
32.00kg
Tipologia generatore: 
Asincrono Doppia Velocità
Rumorosità: 
50.00db
Potenza nominale: 
250.00kw
Velocità del vento nominale: 
13.00m/s
Velocità di cut-in: 
4.00m/s
Velocità di cut-out: 
25.00m/s
Velocità del vento massima tollerata: 
67.00m/s
Azienda produttrice: 

L’aerogeneratore WESPA 250/31 rappresenta l’evoluzione del modello WESPA 200/31 ideato per i mercati internazionali ove non esistono particolari limiti di inventivazione. Questo aerogeneratore incorpora i ben noti e collaudati sistemi di sicurezza “Fail-Safe” ossia normalmente non operativi, con intervento automatizzato reso possibile anche in assenza di alimentazione degli ausiliari. La messa in sicurezza avviene tramite freno a disco meccanico, agente su albero veloce, oppure mediante freno aerodinamico di tipo “tip-brake”, con la rotazione spontanea della parte terminale delle pale. L’innovativo rotore maggiorato da 31 metri di diametro con tecnologia a stallo passivo, già visto per il modello “extended” da 200kW, è accoppiato tramite moltiplicatore di giri multistadio a un generatore asincrono a doppia velocità, capace di ben 250kW elettrici. La natura del generatore elettrico consente il collegamento del sistema eolico direttamente alla rete elettrica di distribuzione, senza l’ausilio dell’inverter. La torre di sostegno tubolare è realizzata in acciaio galvanizzato ad alta resistenza e viene proposta in tre differenti soluzioni, al fine di adattare perfettamente la turbina a tutti i siti eolici. Il cabinet di controllo è stato rivisto in modo da poter gestire la maggiore potenza generata ed i nuovi parametri del generatore asincrono, inoltre incorpora l’avviamento a tiristori ed interfaccia uomo-macchina User-Friendly. È presente la predisposizione al tele monitoraggio dell’impianto, nonché l’intramontabile sistema di supervisione SCADA.

 

Foto: 

Discutine sul forum...