il portale italiano dell'energia eolica

Tu sei qui

WESPA 200/29-31-33

Configurazione asse: 
Asse orizzontale
Diametro rotore: 
31.00m
Altezza navicella: 
50.00m
Tipologia torre: 
Tubolare Autoportante
Peso della torre: 
32.00kg
Tipologia generatore: 
Asincrono Doppia Velocità
Rumorosità: 
50.00db
Potenza nominale: 
200.00kw
Velocità del vento nominale: 
14.00m/s
Velocità di cut-in: 
4.00m/s
Velocità di cut-out: 
25.00m/s
Velocità del vento massima tollerata: 
67.00m/s
Azienda produttrice: 

L’aerogeneratore WESPA 200 si propone come uno dei migliori prodotti di fascia medio-alta attualmente presenti sul mercato internazionale. Esso riunisce le più solide ed affidabili tecnologie già affermate nel grande eolico, come appunto testimoniano le numerose installazioni effettuate in tutto il mondo. La turbina nella sua versione base è dotata di rotore da 29,8 metri di diametro, tuttavia è stata recentemente introdotta anche la sua versione “extended” con rotore da 31 metri di diametro, ed è in sperimentazione la versione da 33 metri di diametro, soluzioni appositamente concepite per lo sfruttamento della risorsa eolica in siti caratterizzati da ventosità medio-basse. L’architettura a pale fisse, abbinata al generatore elettrico con moltiplicatore di giri, è una soluzione semplice e robusta, estremamente competitiva ed affidabile, ampiamente utilizzata nelle macchine di taglia superiore. Il generatore elettrico di tipo asincrono a doppia velocità assicura elevato rendimento di conversione a tutti i regimi di rotazione. La turbina è dotata di duplice sistema automatico per la messa in sicurezza dell’impianto, uno di tipo meccanico con freno a disco, l’altro di tipo aerodinamico, entrambi di tipo fail-safe. Essi infatti sono normalmente non operativi ed intervengono spontaneamente qualora sopraggiunga una condizione operativa eccezionale, come ad esempio raffiche di vento oltre i limiti consentiti oppure anomalie alla rete di distribuzione. La frenatura aerodinamica avviene per mezzo della rotazione relativa della parte terminale di ciascuna pala, resa possibile grazie ad un attuatore servoidraulico. È presente anche un ulteriore freno di stazionamento manuale, utile per le operazioni di montaggio e manutenzione della turbina. La torre è in acciaio galvanizzato con scala interna, che consente l’accesso interno alla navicella per le fasi di manutenzione, senza ricorrere all’ausilio di un cestello. Il sistema di controllo risiede entro un cabinet, con interfaccia uomo-macchina user friendly e predisposto per tele monitoraggio SCADA.

Foto: 

Discutine sul forum...